Commenti del Pubblico

L' AMOUR, ovvero gli aspetti dell’amore

Teatro Due, Roma, 11.02.2020;
Teatro Due, Roma, 09.02.2020;
Teatro Petrolini, Roma, 10.2.2018;
Teatro Petrolini, Roma, 9.12.2017;
Teatro Segreto, Roma, 12.11.2017;
Teatro Segreto, Roma, 22.10.2017;
Teatro Segreto, Roma, 1.10.2017.

You were truly fantastic. Everything about your show was superb - the concept, the selection of songs, the patter, costumes, and the presentation. Not only are you a talented singer, but a truly fine actress as well. I was really impressed with how adept you were in changing characters throughout the show to vary the mood, tempo and emotions - and also how much emotion and passion you convey with your singing. A one-woman show is one of the most difficult productions to stage, and you did it remarkably.
It was truly a thrill to have been able to see the show, and we cannot thank you enough for inviting us. You were truly meravigliosa!

J. De Vincentis, avvocato, USA

L’originalità artistica di Café de Paris Duo, nasce dal magico incontro tra la profonda dimensione estetica ed emozionale della cantante e attrice SilviArtistica e il geniale talento del Maestro Primiano Di Biase.
Una rara miscela esplosiva che, sul palco di un piccolo teatro di Roma, ha dato vita ad uno spettacolo appassionante, gioioso e divertente, in una parola indimenticabile!

R. Rosa

Spettacolo imperdibile!

M. Capponi, archeologa

Splendida...intensa...leggera...ironica...vera. Grazie.

M.L. Livani, oculista

Da non perdere. Una deliziosa armonia tra musica e riflessioni, risate e canzoni. Brava Silvia eclettica, sensuale e spiritosa.

A. Picco, grafica

E' stato fantastico! Sono stata tra i fortunati che hanno potuto assistere a questo spettacolo creato con cura e professionalità da SilviArtistica, ricco di monologhi divertenti sulle varie sfaccettature dell'amore, visto dalla parte della donna. Una ricca scelta di bellissime canzoni francesi, ironiche, sensuali, drammatiche e romantiche interpretate in maniera esemplare. Fantastici gli arrangiamenti del pianista Primiano Di Biase, che hanno valorizzato ancora di più la bravura di SilviArtistica.

P. Tirocchi, pianista

Uno spettacolo davvero bello: "Silvietta" racconta l'amore con ironia e classe, cantando i classici francesi, con un'energia da palco che ricorda a tratti quella di Liza Minelli. Congratulazioni anche a Primiano di Biase, spalla d'eccezione, ineccepibile sia al pianoforte che con il suo divertente non verbale. Un'ora e mezza di cultura e divertimento che rivedrei volentieri, grazie.

R. Dominici, enologo

Brava Silvia, bellissimo recital! Sei riuscita a coinvolgere il tuo pubblico per 2h senza un attimo di noia. Non solo hai cantato ma hai anche recitato in maniera sublime accompagnata dal Maestro Primiano Di Biase che oltre ad essere un indubbio grande musicista è anche una spalla piacevole e direi in alcuni momenti esilarante! Complimenti mia cara ed a presto rivederci ad un tuo prossimo recital!

I. Coduti, storico dell'arte

Uno spettacolo delizioso! Ironica e leggera, allegra ed intrigante. Porta in scena una carrellata di famosissime canzoni d'amore del repertorio francese, ma se non conoscete il francese non importa: le canzoni sono cantate in una cornice che le introduce con intermezzi recitati altrettanto bene (…) Proprio una bella scoperta!! Brava Silvia!!!

B. Nacinelli, storica dell'arte

Silvietta, come accade in molti altri casi umani, lo abbiamo capito bene, per vivere pubblicamente la propria dimensione intima deve affrontare l'universo in modo esplicito, diretto, in un luogo, in un contesto, dove chi assiste, chi ascolta non ha motivi per distrarsi o per non dare la giusta dignità a ciò che si vuole dire o forse esprimere, manifestare.
MA DOV'È, O QUAL'È, QUESTO LUOGO MAGICO DOVE SILVIA MANIFESTA LA PARTE PIÙ BELLA ED ESPRESSIVA DI SE STESSA?
"IL TEATRO".
"QUEL LUOGO APPUNTO MAGICO (PER I LAICI) O MIRACOLOSO (PER CHI È CREDENTE), CHE HA LA CAPACITÀ DI FAR PARLARE CHI È MUTO E VEDERE CHI È CIECO".
E dunque, per chi non l'avesse capito, Silviartistica è la Silvia Autentica, Completa, quella Silvia che, fino ad oggi, ha rinunciato a raccontarsi piuttosto che raccontarsi male.
Serve coraggio!
Serve il contesto che sostenga una rinascita!
Serve la fiducia in se stessi!
Serve l'Amore paziente di chi, veramente Amico, sapeva comunque com'era fatta quell'Anima ma non aveva mai preteso di vederla ed ha atteso.
Questo contesto dunque è il teatro, che non è solo un pezzo del deserto mondo, è un luogo vivo fatto di frammenti di quel deserto, ma frammenti magici, densi di vite, le vite di chi si e messo in coda attendendo il proprio momento per trovare il coraggio di salire sul palcoscenico ed aprire quel cuore che , fino ad allora, non aveva solo custodito e preservato la propria Anima.
No!
L'aveva imprigionata per via di un coraggio difficile da trovare quando ancora non pensi che possano esistere intorno a te pezzi di deserto che attendono proprio te per ripopolarsi e generare vita.
Ho fatto un vero tour de force per riuscire ad arrivare per tempo al teatro segreto (o piuttosto: MAGICO; MIRACOLOSO) l'altra sera (...)
Avevo assistito alla prima.
Ne ero rimasto deliziato ma non sorpreso perchè mi sento di essere tra coloro che la conosceva già la sua Anima e non di meno ho atteso, come tutti gli altri buoni Amici, che fosse lei a rivelarla.
Dopo la prima, avevo scritto il mio entusiasmo (…).Non avevo bisogno di conferme delle qualità espressive della Silviartistica: canto, movenze, presenza scenica, fantasia, disinvoltura, disinibizione. Tutte qualità che non avevano bisogno di un teatro e che conoscevamo anche prima.
Chi era presente e conosce Silvietta non poteva non attendersi già niente di meno che quese qualità, ovvie, ancorché speciali!
IO SONO TORNATO A VEDERE CHE SILVIETTA NON SI FOSSE PENTITA DI AVER MOSTRATO LA SUA ANIMA ED HO AVUTO LA GIOIA DI COMPRENDERE CHE FINALMENTE ESSA LE STA ACCANTO, NON PIÙ RELEGATA IN SECOND'ORDINE, RINCHIUSA NEL DI DENTRO BUIO.
L'HO VISTA LA SUA ANIMA, GIRARLE INTORNO, AMICA E COMPLICE, IN UN SIMPATICO DUETTO ED UN ESILARANTE RACCONTO A QUATTROMANI, CHE PENSO POSSA ESSERE SOLO LA PRIMA PUNTATA TRATTA DA UN BEL ROMANZO DI VITA, TALVOLTA, COME TUTTI I BEI ROMANZI, ANCHE FERITO, GRAFFIATO, MA VERO CHE È ANCORA TUTTO ORDINATAMENTE RIPOSTO IN UN CASSETTO DI UN CUORE CHE TUTTAVIA SI SCHIUDE.
CREATIVITÀ ESPRESSIVA, AUTENTICA, CORAGGIOSA MA INTERIORE CHE OGGI PERÒ VEDE LA LUCE E TRACCIA UNA STRADA A QUANTI ASPETTANO UN IMPULSO PER LANCIARSI E VOLARE.
BRAVA SILVIETTA!
CON LE REPLICHE DE "L'AMOUR", DI CUI VOLENDO, POTRESTI RACCONTARCI ANCHE MOLTO DI PIÙ, LO ABBIAMO CAPITO, ATTENDIAMO DI LEGGERE GLI ATRI CAPITOLI DEL TUO BEL ROMANZO. RECITACELO IN DUETTO, SEMPRE ORAMAI CON LA TUA BELLA ANIMA.
SUVVIA SILVIA!!! AL LAVORO.
Francesco Bruno.
P.S. LA MUSICA, SI SA! FA MIRACOLI ED IL SUO MATRIMONIO PERFETTO È CON LA PROSA E GIUSTAPPUNTO, SI CELEBRA AL TEATRO.

F. Bruno, scrittore

La Luna e la Sirena, canti e sogni di mare e d' amore

Piccolo Teatro San Paolo, Roma, 06.01.2020;
Teatro Due, Roma, 03.01.2020;
L' Espressione, Roma, 24.11.2019.

Spettacolo emozionante di rara sensibilità.

L. Sales, dirigente d'azienda

Bravissimi! Uno spettacolo che ti fa sognare, cullati dalla musica e rapiti dalle fiabe!

P. Tirocchi, pianista

Complimenti Silvia, ieri sera sei stata fantastica! Hai creato uno spettacolo musicale emozionante e suggestivo che hai saputo interpretare con assoluta professionalità. Per me è stato come essere trascinata al centro di una danza tra musica, canto e poesia. Mi sono divertita. Grazie a te, al maestro Primiano Di Biase e allo scrittore Mario Boffo.

R. Rosa, matematica

Cara Silvia il tuo spettacolo è proprio un amore, ne avevamo bisogno
Grazie!

A. Starocci, dirigente universitaria

Grazie, è stato molto bello, poesia e musica. Tu bravissima e ci hai emozionato!

A. La Morticella

Silvia, grazie sei veramente incredibile!!!

I. Coduti, storico dell'arte

Grazie Silvia che mi hai dato la possibilità di far conoscere le mie fiabe, facendole vivere nella splendida lettura e nell'accompagnamento di canzoni bellissime! Musica, canto e fiabe...davvero una serata stupenda, e grazie al pubblico che è intervenuto così numeroso!

M. Boffo, scrittore

Il Don Francesco

Romanzo breve

Bello, intenso, profondo.
Per chi ama il mare...le isole...
Silvia è presente in ogni pagina del libro.

F. Massari, economista

Un piccolo libro con grandi pensieri dentro. Scritto da un' artista a tutto tondo, che manifesta la sua arte e la sua sensibilità nei modi più diversi...e che ama la vita.

P. Tirocchi, pianista

Il mare, il viaggio, la bellezza dei luoghi sono il motivo conduttore di un libro da leggere tutto d’un fiato, un libro che riesce a far convivere in armonia temi di varia natura come storia, filosofia, arte, amore, psicologia, usando un palcoscenico originale. A volte per essere piacevole e stimolante un libro non ha bisogno di centinaia di pagine e il Don Francesco ne e’ un ottimo esempio.

S. Tirocchi, architetto

Molto carino!

M. Capponi, archeologa

L'iniziativa, di voler far conoscere a una platea più vasta, la tua prima opera letteraria, mi inorgoglisce e allo stesso tempo mi commuove. Sono sempre più convinto, di aver conosciuto un'artista a 360° gradi. Per questo motivo, ho pensato bene di custodire gelosamente una copia del libro per me, e altri due libri, consegnarli rispettivamente, sia alla biblioteca del Museo Archeologico dove lavoro e alla Biblioteca Comunale del paese in cui vivo. Congratulazioni Silvia!! Alla prossima opera.
Grazie.

G. Di Mare, dipendente pubblico